Versioni alternative: dimensione testo

Comune di Frinco

Servizi di futura attivazione Servizi on-line Come fare per Elenco Siti Tematici Albo pretorio
Comune di Frinco - Link Utili
Piemonte --- Asti
NOTIZIE E DATI STATISTICI

Il Dipartimento delle Finanze rende disponibili le statistiche sulle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche per consentirne la pubblicazione sul sito istituzionale del Comune, come previsto dal Dpcm del 10 luglio 2012, sulla partecipazione dei comuni all’attività di accertamento tributario e contributivo, che di seguito si riporta in stralcio.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 10 luglio 2012: “Criteri e modalità per la pubblicazione, sul sito del comune, dei dati aggregati relativi alle dichiarazioni dei redditi e per la messa a disposizione di ulteriori dati al fine di favorire la partecipazione all'attività di accertamento. Nonché modalità di trasmissione idonee a garantire la necessaria riservatezza”

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
Decreta:

Art. 1 Pubblicazione dei dati aggregati relativi alle dichiarazioni
1. I dati delle dichiarazioni di cui all'art. 2 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600 sono statisticamente elaborati dal Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento delle Finanze che, tramite la piattaforma informatica "Portale Federalismo Fiscale", annualmente mette a disposizione dei comuni i principali dati aggregati relativi ai soggetti residenti nel proprio territorio di competenza.
2. Al fine di consentire ai comuni la pubblicazione sul proprio sito dei dati aggregati relativi alle dichiarazioni di cui all'art. 2 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, nella piattaforma informatica di cui al comma 1, il Dipartimento delle finanze metterà annualmente a disposizione dei comuni, un sottoinsieme di tabelle contenenti dati statistici aggregati riferiti esclusivamente alle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche, costruite nel rispetto della vigente normativa sulla tutela della privacy di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, recante "Codice in materia di protezione dei dati personali". Il rischio di identificazione dei soggetti è valutato, in base a quanto previsto dagli articoli 4, comma 1, lett. a) e 5, comma 1, lettera a) e b) dell'allegato A. 4. al citato decreto legislativo n. 196/2003, concernente "Codice di deontologia e di buona condotta per il trattamento dei dati personali per scopi statistici e scientifici". Le tabelle di cui al presente comma sono organizzate per classi di reddito e contengono informazioni sulle principali categorie di reddito dichiarato e sulle principali variabili per la determinazione dell'imposta. Prima di procedere alla pubblicazione sul proprio sito, i comuni segnalano, comunque, al Dipartimento delle Finanze, in base alla propria conoscenza del territorio, eventuali casi di evidente rischio di identificazione dei soggetti.
3. I dati aggregati di cui al presente decreto non possono essere oggetto di comunicazione al di fuori delle modalità ivi previste.
Art. 2 Ulteriori dati che l'Agenzia delle entrate mette a disposizione dei comuni
1. L'Agenzia delle entrate mette a disposizione, attraverso il portale PUNTO FISCO e nel rispetto delle previsioni delle convenzioni di cooperazione informatica già attive con i comuni, le informazioni riguardanti gli esiti delle segnalazioni qualificate trasmesse telematicamente all'Agenzia delle entrate ai sensi dell'art. 1 del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203 e dell'art. 44 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, nonché le ulteriori informazioni che verranno determinate, di concerto con l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), con successivo provvedimento del Direttore dell'agenzia delle entrate di cui all'art. 2, comma 10, lettera c) del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23. Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana”

Le tabelle contengono le informazioni sulle principali categorie di reddito dichiarato e sulle variabili utili per la determinazione dell'imposta delle persone fisiche residenti nel territorio comunale.
I dati statistici sono organizzati per classi di reddito complessivo, con valori oscurati in presenza di scarse numerosità e fasce di reddito determinate in modo tale da evitare rischi di identificabilità, nel rispetto della vigente normativa sulla tutela della privacy (D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196).
Le tabelle riferite alle persone fisiche anno 2013 (redditi 2012), messe a disposizione dalla piattaforma informatica “Portale Federalismo Fiscale", contengono i dati aggregati relativi alle dichiarazioni di cui all'art. 2 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973 n. 600.

ANNO 2013 (REDDITI 2012)